Biografia


Salvatore Caputo nasce a Castell’Umberto, in provincia di Messina, nel 1974 circondato dalla catena montuosa dei Nebrodi e dal mare del Tirreno orientale.
Il linguaggio artistico dell’artista è versatile ed eclettico, una ricerca in continua evoluzione attraverso una considerevole produzione composta da opere grafiche tra cui litografie, serigrafie e calcografie, ma anche medaglistica, scultura e pittura.
Nel 1964 a diciassette anni realizza la sua prima mostra personale. Più tardi si trasferisce a Palermo per conseguire i suoi studi e la laurea in architettura.
Protagonista in diverse rassegne d’arte, partecipa ad esposizioni in molteplici gallerie e spazi pubblici sia in Italia che all’Estero, raggiungendo una posizione centrale nel panorama artistico nazionale. La Lupo’Art ha dedicato all’artista molte mostre personali dal 1995. Nel 2014 il pittore ha compiuto cinquanta anni di attività artistica con una serie di antologiche.
Fulcro della sua arte è rappresentare il concetto di mediterraneità accostato al fascino del mito ed alla rielaborazione del mondo classico, affronta durante la sua professione i temi della luce e del colore, della Sicilia, dei suoi paesaggi fantastici, delle sue stagioni e dell’uomo che rimane nella sua terra e non parte. Se nel lavoro artistico degli anni ’70 i toni sono scuri, successivamente si passa ad un uso dei colori più variegato in cui irrompe la luce, per poi ritornare ad opere recenti in cui vengono rappresentati notturni surreali. Un importante parte della produzione di Salvatore Caputo sono gli oggetti d’arte in cui emerge una fusione delle tecniche di pittura e di scultura, realizzati su supporti vecchi, già adoperati. Ma oltre ad realizzare opere profane si impegna nella creazione di opere sacre per una committenza ecclesiastica, allestendo varie mostre fra le quali le più importanti sono state esposte nella Cattedrale di Palermo che apre così per la prima volta le porte all’arte contemporanea.
Attraverso i diversi linguaggi artistici Salvatore Caputo vuole comunicare la propria visione della realtà.

Composizione notturna, olio su tavola, cm 61x38

Il tramonto di Apollo, olio su tela, cm 100x50

Le isole bleu, olio su tela, cm 90x30

Venere, olio su tela, cm 90x90